10 giugno … anni fa – Giornata Marina Militare Italiana

10 giugno in ricordo dellImpresa di Premuda del 10/6/1918, oggi è la FESTA DELLA MARINA MILITARE ITALIANA ,  istituita nel 1939. L’impresa di Premuda è una delle più significative e ardite azioni compiute sul mare durante la Prima Guerra Mondialè e si riferisce ad un’azione compiuta dai MAS 15 e 21 che all’alba del 10 giugno 1918, in piena prima guerra mondiale, penetrarono di nascosto nelle acque antistantanti l’isola tra le unità di una formazione navale austro-ungarica diretta al Canale d’Otranto.

Riuscirono a colpire con due siluri la corazzata Sveti Stevan (“Santo Stefano”) e con uno la Tegetthoff. La Santo Stefano affondo poche ore dopo nonostante i tentativi di salvarla. L’azione diede un duro colpo ai piani del comando supremo austro-ungarico che aveva preparato una potente offensiva contro la Regia Marina Italiana che prevedeva l’impiego di gran parte della flotta.

Ascolta qui la MARCIA DELLA MARINA MILITARE !

 

.

10 giugno 1940 – l’Italia dichiara gU erra a Francia e Inghilterra, alle ore 18, dai balconi di Palazzo Venezia, Mussolini annuncia l’avvenuta#Dichiarazioneguerra dichiarazione di guerra alla Francia e all’Inghilterra. Mascella protesa, mani sul cinturone, il duce studia sapientemente tonalità e pause, punteggiate dal boato della piazza.  Non solo a Roma il popolo,ascolta la dichiarazione,  il discorso viene amplificato dagli apparecchi della RadioMarelli nelle principali città italiane. Genova. Torino. Milano. Venezia. Trieste. Bologna. Forlì. Bari. Firenze. Napoli Ed anche in queste piazze risuona la voce del duce accompagnata da un entusiasmo popolare in parte solo fittizio.

Combattenti di terra, di mare e dell’aria. Camicie nere della rivoluzione e delle legioni. Uomini e donne d’Italia, dell’impero e del Regno d’Albania..ascoltate!
Un’ora segnata dal destino batte nel cielo della nostra patria. L’ora delle decisioni irrevocabili.

La dichiarazione di guerra è già stata consegnata agli ambasciatori di Gran Bretagna e di Francia.

Scendiamo in campo contro le democrazie plutocratiche e reazionarie dell’Occidente, che, in ogni tempo, hanno ostacolato la marcia, e spesso insidiato l’esistenza medesima del popolo Italiano.

Una giornata storica che resterà indelebile nella memoria degli italiani. Una data spartiacque che divide in un “prima” e in un “dopo” la storia collettiva e la storia di ciascuna famiglia.

.

10 giugno 1934 si disputa la finale del campionato mondiale di calcio e la Campionato mondiale calcio 1934partita giocata allo Stadio Nazionale (all’epoca ribattezzato “Stadio del Partito Nazionale Fascista”) di Roma vide la vittoria della Nazionale italiana su quella cecoslovacca, con il punteggio finale di 2-1, maturato nel corso del primo tempo supplementare.

Il campionato mondiale di calcio 1934 o Coppa del mondo Jules Rimet del 1934 è stata la seconda edizione del campionato mondiale di calcio per squadre nazionali maggiori maschili organizzato dalla FIFA ogni quattro anni.

Si disputò in Italia dal 27 maggio al 10 giugno 1934 e fu vinto dall’Italia, che in finale sconfisse per 2-1 la Cecoslovacchia ai tempi supplementari.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *