13 agosto … Giornata dei Mancini – Madagascar oggi a #EXPO2015

13 agosto è stata proclamata ‘Giornata INTERNAZIONALE dei MANCINI‘; dal 1976 l’associazione ‘Lefthanders International’ ha istituito questa ricorrenza per affermare i diritti di chi usa totalmente o parzialmente la mano sinistra anzichè la destra.

I mancini nel mondo sono più del 10%, più uomini che donne,  e sono sempre esistiti, più o meno nella stessa proporzione, anche se fino a non molti anni fa i mancini non avevano vita facile.

Nella prima infanzia, nel cervello umano avviene una specializzazione funzionale dei due emisferi cerebrali. Nei mancini è l’emisfero destro a predominare. Questo processo viene chiamato lateralizzazione ed avviene dopo i 36 mesi: inizia con lo sviluppo del linguaggio e si conclude verso i 3–4 anni. Le cause della diversa lateralizzazione non sono ancora state chiarite.

I mancini si dice siano più fantasiosi ed intelligenti, usano l’emisfero destro del cervello, sono facilitati in diversi tipi di sport in cui riescono a cogliere di sorpresa l’avversario destrimano con mosse non abituali.

La mano sinistra era considerata la mano del diavolo ed ai mancini fin da piccoli si costringeva ad usare la destra. Diverse curiosità e leggende in merito al mancinismo, quasi sempre ostacolato: un tiro mancino, un sinistro, sono esempi di negatività.
Anche quando io andavo (poco) all’asilo, la maestra mi diceva di non usare la ‘mano cattiva’, non sono mancina, ma sarei piuttosto diventata ambidestra senza le minacce della maestra Adele. Ancora, per certe attività, predilogo la sinistra, come ad esempio l’uso delle forbici.

Le cose sono fortunatamente cambiate tanto che la Croazia quest’anno diffonde la conoscenza di questa giornata con un francobollo dal valore di 2,00 BAM, con una tiratura pari a 30.000 pezzi.

.

13 agosto si celebra a #EXPO la giornata del MADAGASCAR, un’occasione per conoscere tradizioni, usi e costumi della quarta isola più grande al mondo. imageI gruppi folkloristici Firaisan-Kinan’i Tanora Malagasy Gasytsy Manavaka si esibiscono in danze e musiche tradizionali, aprono la cerimonia ufficiale e accompagnano la delegazione in una parata lungo il Decumano, che dall’Expo Center arriva a Palazzo Italia.

Durante la giornata i gruppi si esibiscono poi nel Cluster Isole, Mare e Cibo, accogliendo l’arrivo della delegazione al Padiglione e offrendo spettacoli tradizionali ai visitatori. Alle 19.15 la stilista malgascia Mialy Seheno Rakotosolofo  presenta le sue creazioni nel corso di una sfilata di moda presso l’Expo Centre: abiti e accessori tradizionali che si alternano sulla passerella offrono ai visitatori uno spettacolo unico di colori e tessuti in cui la tradizione malgascia si mescola alle influenze dello stile europeo.

Alle ore 20.00 gli artisti dei due gruppi folkloristici si esibiscono nuovamente in una parata che parte dall’Expo Centre e giunge fino al Padiglione del Madagascar: qui viene offerto ai visitatori un buffet di piatti tipici accompagnato da performance culturali tradizionali.

.

13/8/1961 nasce il MURO di BERLINO, il Berliner Mauer, la fortificazione costruita dalla Germania est per rafforzare la frontiera ed impedire la fuga degli abitanti dell’EST verso la Germania Ovest. Costituito da due muri paralleli di cemento armato ha rappresentato per 28 anni una barriera invalicabile dove oltre 130 persone sono state uccise mentre tentavano la fuga. Nel novembre del 1989, dopo settimane di disordini ed insurrezioni popolari, il governo della Germania Est il 9 novembre annunciò che le visite in Germania Ovest sarebbero state permesse. Da questo annuncio una folla iniziò ad arrampicarsi sul muro e a smantellarlo.

Durante le settimane successive piccole parti del muro furono demolite e portate via dalla folla e dai cercatori di souvenir; in seguito fu usato dell’equipaggiamento industriale per abbattere quasi tutto quello che era rimasto.Oggi il confine non si vede quasi più e del muro restano pochissime tracce.

.

13/8/1942 Viene proiettato, negli USA,  per la prima volta il cartone animato

BAMBI di Walt Disney, ispirato dal libro ‘Bambi, la vita di un capriolo’, in Italia bisognerà attendere fino al 11 febbraio 1948 per vederlo.

Considerato uno dei miglior film di animazione di tutti i tempi, ricevette 3 nomination all’Oscar.

Una cerva dà alla luce un cerbiatto di nome Bambi, che un giorno assumerà la carica di Grande Principe della foresta, un titolo attualmente detenuto dal padre di Bambi, che protegge le creature del bosco dai pericoli dei cacciatori. Il piccolo cerbiatto fa rapidamente amicizia con un entusiastico ed energico coniglietto di nome Tamburino, che gli insegna a camminare e parlare. La storia continua con tutte le avventure di Bambi e dei suoi amici della foresta, Tamburino, Fiore, Faline, ecc.

 

 

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *