14 giugno … oggi tanti anni fa

T

donatori14 giugno giornata mondiale del DONATORE di SANGUE istituita nel 2004 dall’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità. La data ricorda la nascita di Karl Landsteiner, scopritore dei gruppi sanguigni.– Regala il dono della vita, dona sangue è lo slogan scelto per l’edizione 2013 “Give the gift of life, donate blood” .

l’AVIS, Associazione Nazionale Volontari Italiani Sangue sarà come sempre sul campo per promuovere eventi e manifestazioni su tutto il territorio nazionale con lo scopo di ringraziare chi già compie questo gesto di grande solidarietà e coinvolgere un numero sempre maggiore di persone. Ogni anno nel mondo vengono effettuate 92 milioni di donazioni di sangue. Quasi il 50% di queste avviene nei Paesi sviluppati, dove si concentra solo il 15% del totale della popolazione mondiale (fonti OMS). Le principali manifestazioni internazionali si terranno a Parigi e saranno organizzate dall’ Etablissement Français du Sang, l’ente responsabile della raccolta di sangue ed emoderivati in Francia.

Non tutti però possono essere donatori di sangue, bisogna essere a posto con tutti gli esami del sangue ecc. La mia ‘carriera’ di donatrice di sangue è terminata molto presto, viste le mie analisi mi hanno gentilmente detto: “Signora, è meglio che il suo sangue lo tenga per lei!” e così non ho potuto dare il mio contributo ad un paziente che doveva essere operato e mancava il sangue del mio gruppo.

 

14 giugno 1985 viene firmato l’accordo di Schengen tra i seguenti 5 Governi:

20130614-062026.jpg

 

  • Regno del Belgio
  • Repubblica federale di Germania,
  • Repubblica francese,
  • Granducato di Lussemburgo
  • Regno dei Paesi Bassi,

Come dice l’accordo ‘desiderosi di rafforzare la solidarietà fra i propri popoli rimuovendo gli ostacoli alla libera circolazione attraverso le frontiere comuni tra gli stati’ sottoscrittori, a decorrere dal 15 giugno 1985, riducono i controlli alle frontiere agevolando la circolazione di persone e merci. Ai confini le autorità di polizia e di dogana effettuano di norma, nell’ambito della circolazione delle persone, una semplice sorveglianza visiva dei veicoli da turismo che attraversino la frontiera comune a velocità ridotta senza determinare l’arresto di detti veicoli. L’accordo prevede progressive liberalizzazioni dei confini reciproci fino all’eliminazione completa delle barriere.
L’Italia sottoscrive l’accordo nel 1990 ed è entrato in vigore gradualmente dal 26/10/1997 sempre nei confronti dei paesi che a mano a mano sono entrati nell’ Area Schengen.
Con la Slovenia l’accordo è entrato in vigore il 21/12/2007, da quella data niente più fermate al confine, niente controllo di passaporti o ‘propusnica‘. La frontiera con l’Austria è stata aperta dal 1/1/2008 ed anche la Svizzera, pur non facendo parte dell’Unione Europea, è entrata nell’Area Schengen con decorrenza 12/12/2008.
Queste in sintesi le principali misure adottate dagli Stati membri nel quadro della cooperazione Schengen:

  • l’abolizione dei controlli sulle persone alle frontiere interne;
  • un insieme di norme comuni da applicare alle persone che attraversano le frontiere esterne degli Stati membri UE;
  • l’armonizzazione delle condizioni di ingresso e delle concessioni dei visti per i soggiorni brevi;
  • il rafforzamento della cooperazione tra la polizia (compresi i diritti di osservazione e di inseguimento transfrontaliero);
  • il rafforzamento della cooperazione giudiziaria mediante un sistema di estradizione più rapido e una migliore trasmissione dell’esecuzione delle sentenze penali;
  • la creazione e lo sviluppo del sistema d’informazione Schengen (SIS).
Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *