16 aprile – Buona Pasqua

16 aprile – Buona Pasqua 

La Pasqua è la principale solennità del cristianesimo perchè celebra la risurrezione di Gesù avvenuta, secondo le confessioni cristiane, nel terzo giorno dalla sua morte sulla croce, come narrato nei Vangeli.

La data in cui si celebra la Santa Pasqua è variabile di anno in anno secondo i cicli lunari, perchè cade la domenica successiva al primo plenilunio di primavera. Questa data  determin anche la celebrazione di altre importanti festività e tempi liturgici, come la Quaresima e la Pentecoste.

Solo se il plenilunio cade il 20 marzo, il successivo si verificherà il 18 aprile, e se questo giorno è una domenica occorrerà aspettare la domenica successiva, cioè il 25 aprile.

È Pasqua bassa dal 22 marzo al 2 aprile, media dal 3 al 13 aprile, alta dal 14 al 25 aprile.

 Nella Chiesa d’Oriente, il calcolo viene effettuato sulla base del calendario giuliano e dunque la pasqua ortodossa può cadere tra il 4 aprile e l’8 maggio.

La parola ebraica pesach significa “passare oltre”, “tralasciare”, e deriva dal racconto della decima piaga, nella quale il Signore vide il sangue dell’agnello sulle porte delle case di Israele e “passò oltre”, colpendo solo i primogeniti maschi degli egiziani, compreso il figlio del faraone. La Pesach indica quindi la liberazione di Israele dalla schiavitù sotto gli egiziani e l’inizio di una nuova libertà con Dio verso la terra promessa. ugper questo motivo la Pasqua ebraica è detta anche ‘festa degli azzimi’.

Con il cristianesimo la Pasqua ha acquisito un nuovo significato, indicando il passaggio da morte a vita per Gesù Cristo e il passaggio a vita nuova per i cristiani, liberati dal peccato con il sacrificio sulla croce e chiamati a risorgere con Gesù.

*^*^*

16 aprile oggi si celebra la GIORNATA MONDIALE DELLA VOCE con lo studio e l’analisi di tutto ciò chè riguarda il benessere della voce. Gironata della #VOCELo scopo della giornata è di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle alterazioni  della voce e dell’organo vocale che possono essere il segno precoce di patologie più complesse e gravi. Un momento anche per focalizzare l’attenzione sulla voce  come ‘strumento’ artistico o di lavoro e quindi un invito particolare a chi deve preservare è o migliorare le prestazioni vocali.

In molte città si svolgono iniziative e consultazioni logopedico-linguistiche gratuite destinate a tutte le persone che hanno una disfonia, un disturbo anche lieve della voce ed in particolare a quelle figure professionali che utilizzano la voce come strumento di lavoro quali insegnanti, avvocati, presentatori radiotelevisivi, guide turistiche, cantanti, ecc.

Un rischio particolare è rappresentato da agenti lesivi degli organi vocali quali il fumo di sigaretta e l’alcool.

 

*^*^*^*

 

16 aprile 1977 viene presentato quello che è considerato il primo è più famoso Personalimage Computer del mondo l’APPLE II alla Fiera del computer della West Coast di San Francisco. Steve Jobs è Steve Wozniak, I fondatori di Apple Computer, avevano già costruito nel loro garage l’Apple I, un microcomputer che però era destinato solo a ponchi veri appassionati di elettronica. Nonostante ciò le vendite  andarono bene portando 50.000 dollari nelle casse di Jobs e Wozniak, ed il successo dell’Apple I attirò un investitore, Mike Markkula, che entrò nella neonata società versando 250.000 dollari. Grazie a queso nuovo capitale fu possibile trasformare quel computer in un prodotto molto più raffinato e commerciabile: Jobs, infatti, desiderava rendere l’informatica accessibile a tutti, realizzando un computer che fosse utilizzabile da chiunque e che funzionasse appena tolto dalla scatola. Questo computer fu l’Apple II, probabilmente il primo computer veramente per tutti.

Nasce anche il logo ormai famosissimo, una mela stilizzata con un “morso”mancante e 6 bande colorate orizzontali, aggiunte per richiamare la capacità dell’Apple II di renderizzare grafica a colori.

 

*^*^*^*

 

16 aprile 1889 nasce a Londra Sir Charles Spenser Chaplin, noto come Charlie Chaplin un geniale ed indimenticato attore, ma anche regista, #charlotsceneggiatore, comico, compositore e produttore britannico, autore di oltre novanta film.

Il personaggio più noto è attorno al quale costruì larga parte delle sue sceneggiature,  fu quello del “vagabondo”  Charlot, un omino dalle raffinate maniere, vestito di una stretta giacchetta, pantaloni e scarpe più grandi della sua misura, una bombetta e un bastone da passeggio in bambù.  Tipici del personaggio erano anche i baffetti e l’andatura ondeggiante. L’emotività sentimentale e il malinconico disincanto di fronte alla spietatezza e alle ingiustizie della società moderna, fecero di Charlot l’emblema dell’alienazione umana – in particolare delle classi sociali più emarginate – nell’era del progresso economico e industriale.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *