18 maggio – Giornata dei Musei #Museumday – Montecassino- Cerotto

#Musei

18 maggio è dedicato alla GIORNATA INTERNAZIONALE DEI MUSEI, che viene ricordata in tutto il mondo come, International Museum day - IMD-.  A partire dal 1977. La giornata prevede una serie di iniziative per unificare le aspirazioni creative e gli sforzi dei Musei e per attirare l’attenzione del pubblico sulle loro attività seguendo ogni anno un tema diverso, adattato alle caratteristiche delle varie strutture.

Il tema prescelto per il 2017 è Musei e storie controverse: raccontare l’indicibile nei musei. I musei sono invitati a presentare, partendo dalle proprie collezioni, testimonianze e memorie di episodi tragici o semplicemente controversi e inespressi del passato e del presente, proponendone – attraverso attività di esposizione, interpretazione, discussione, mediazione – la rilettura da più punti di vista e invitando il pubblico a una riflessione critica, scevra da passioni, pregiudizi di parte o preconcetti culturali e ideologici. 

L’obiettivo della Giornata internazionale dei Musei è accrescere la consapevolezza del fatto che “i Musei sono un importante strumento di scambio fra culture diverse, di arricchimento culturale e di sviluppo della comprensione reciproca, della cooperazione e della pace fra i popoli”.  

Grazie alle numerose manifestazioni a ingresso libero organizzate in occasione di questa giornata, il pubblico ha l’opportunità di vivere i musei in un modo diverso, scoprendo i piccoli e grandi tesori che conservano. Ma naturalmente della Giornata internazionale dei musei approfittano anche i musei stessi, in particolare quelli al di fuori dei grandi centri, che possono così farsi conoscere..

Così anche il nostr Museo Archeologico di Aquileia organizza per sabato 20 domenica 21 eventi gratuiti speciali per l’occasione.

 

*^*^*^*

 

18 maggio 1944 - quarta ed ultima battaglia di Montecassino, con unrenorme ditspendio di vite umane, nelle prime ore del mattino del 18 maggio una pattuglia di ricognizione di Polacchi del 12º reggimento lancieri si arrampicò sulle rovine di Cassino dove innalzò la bandiera polacca. Il 17 maggio i tedeschi erano nuovamente riusciti a respingere l’attacco polacco, ma saputo che le divisioni marocchine avevano sfondato le linee poco più a sud, evitarono di essere accerchiati e dovettero ritirarsi.

La conquista di Cassino permise alle divisioni britanniche e statunitensi di cominciare l’avanzata verso Roma, che cadde il 4 giugno 1944 pochi giorni prima dello Sbarco in Normandia.

Dopo i combattimenti si verificò un feroce stupro di massa a opera dei Goumier, soldati marocchini e algerini ai quali il generale francese aveva concesso assoluta libertà di comportamento per 50 ore, come premio per aver sfondato il fronte difensivo tedesco. I goumiers ne approfittarono è commisero stupri, assassinii, furti e violenze di ogni genere soprattutto a danno di donne, bambini e sacerdoti passati alla storia con il nome di Marocchinate. A seguito delle violenze sessuali molte persone furono contagiate da sifilide, gonorrea ed altre malattie veneree, e solo l’uso della penicillina statunitense salvaguardò quelle zone da una vasta epidemia.

 

*^*^*^*

18/5/1921 la società americana Johnson & Johnson, mette per la prima

Primi Cerottivolta in commercio il cerotto. L’invenzione è di Earle Dickson che, per amore della moglie, un po’ maldestra nei lavori di casa, ebbe l’idea, di creare delle garze posizionate al centro di un nastro adesivo poi ricoperto con della crinolina per permettere il suo utilizzo al momento della medicazione. Dopo aver sperimentato il primo ‘band aid’ con la moglie Dickson propose la sua invenzione al proprietario della ditta dove lavorava, James Johnson, che subito decise di produrla. Già nel 1924 la Johnson & Johnson avviò la produzione di massa delle bende appiccicose. E il successo fece diventare Dickson vicepresidente della società. Ma ad onor del vero non lo arricchì. Muore nel 1961 a 69 anni, senza avere ricevuto quote dei profitti economici derivanti dalla sua invenzione. Grazie, a lui oggi utilizziamo questi piccoli ma indispensabili ausili.

 

 

Share Button

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *