21 luglio … anni fa – Festa Nazionale Belgio – Accordi di PLOMBIÈRES

21 luglio 1831 Leopoldo di Sassonia viene incoronato  come LEOPOLDO I re del Belgio, il primo re del nuovo stato del Blegio Sorto con la Rivoluzione belga. La rivoluzione belga fu il conflitto svoltosi tra il 1830 e il 1831 che portò alla secessione delle Province del Sud dal Regno Unito dei Paesi Bassi ed alla nascita del Belgio indipendente.

Gran parte della popolazione dei Paesi Bassi del Sud era cattolica, di lingua francese e guardava al governo liberale di Guglielmo I come a quello di un despota. Per questi motivi il 25 agosto 1830 scoppiarono a Bruxelles delle rivolte contro il governo olandese. In breve tempo scoppiarono rivolte in tutta l’area che portarono all’occupazione delle fabbriche locali e in alcuni casi anche alla distruzione dei macchinari. Guglielmo I inviò a questo punto delle truppe governative nelle Province del Sud ma le rivolte continuarono senza sosta. A Bruxelles venne combattuta una battaglia al punto che le forze olandesi vennero forzate a ritirarsi in massa anche a causa delle numerose diserzioni, mentre a Bruxelles gli Stati Generali costituiti votarono a favore di una secessione dai Paesi Bassi e dichiararono l’indipendenza del Belgio.

 Il 21 Luglio è FESTA NAZIONALE  IN BELGIO .

 

.

21 luglio 1931 La stazione radio CBS di New York inizia la sua prima regolare programmazione settimanale di programmi televisivi

.

21 luglio 1858, a Plombières In Francia si incontrano Camillo Benso, conte dimagei Cavour, primo ministro del Regno di Sardegna, e Napoleone III, imperatore di Francia e stipulano gli accordi chiamati appunto ACCORDI DI PLOMBIÈRES, secondo i quali la Francia avrebbe aiutato il Regno di Sardegna nel processo di unificazione in cambio della contea di Nizza e della Savoia. L’accordo  portò alll’alleanza sardo-francese del gennaio 1859 con cui il Regno di Sardegna e la Francia prepararono la guerra all’Austria.

Furono il prologo della seconda guerra di indipendenza italiana del 1859.

La 2′ guerra di indipendenza fu combattuta dalla Francia e dal Regno di Sardegna contro l’Austria dal 27 aprile 1859 al 12 luglio 1859 con una serie di vittorie militari dei sardo-francesi, fra le quali la battaglia di Magenta e quella di Solferino e San Martino.

Si concluse con l’armistizio di Villafranca (11-12 luglio 1859) e la sconfitta dell’Austria che fu costretta a cedere alla Francia la Lombardia, girata poi al Regno di Sardegna.

 

.

21 luglio 1866 Ha luogo la battaglia di Bezzecca, un episodio della invasione italiana del Trentino, durante la terza guerra di indipendenza

italiana. La battaglia fu combattuta e vinta dal Corpo Volontari Italiarni di Giuseppe Garibaldi che fermarono il tentativo del comandante austriaco del Tirolo meridionale (attuali Trentino e Alto Adige) e del generale Franz Kuhn von Kuhnenfeld, al comando anch’essi di truppe volontarie provenienti dalle valli tirolesi, di ricacciarli verso il Lago d’Idro.

Nel momento decisivo Garibaldi comandò una carica alla baionetta. A mezzogiorno i comandanti presenti agirono alla garibaldina: riunirono tutti gli uomini abili di tutti i corpi e li guidarono al passo di corsa sul villaggio, in un corpo a corpo.

Il paese venne liberato e gli austriaci che ripiegavano seguiti d’appresso sino oltre Enguiso e Lenzumo, sotto il Monte Pichea, da dove erano discesi. Gli austriaci tennero la sella sino al giorno successivo, a protezione dei feriti e delle retroguardie.

In occasione del centenario le Poste Italiane emisero un francobollo commemorativo.

.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *