23 agosto … oggi, tanti anni fa

23 agosto 1927  Negli U.S.A. vengono giustiziati sulla sedia elettrica SACCO e VANZETTI. Ferdinando Nicola Sacco, nato a Torremaggiore il 22 aprile 1891  e Bartolomeo Vanzetti di Villafalletto, 11 giugno 1888, erano furono due anarchici italiani emigrati in America. Sacco faceva l’operaio in una fabbrica di scarpe, mentre Vanzetti gestiva una rivendita di pesce.

Vengono accusati e processati per l’omicidio di un contabile e di una guardia del calzaturificio «Slater and Morrill». Sulla loro colpevolezza vi furono molti dubbi già all’epoca del loro processo; a nulla valse la confessione del detenuto portoricano Celestino Madeiros, che scagionava i due.

Furono giustiziati sulla sedia elettrica il 23 agosto 1927 nel penitenziario di Charlestown, presso Dedham.

A cinquant’anni esatti dalla loro morte, il 23 agosto 1977 Michael Dukakis, governatore  del Massachusetts, riconobbe ufficialmente gli errori commessi nel processo e riabilitò completamente la memoria di Sacco e Vanzetti.

23/8/1945 nasce a Torino la ‘grande’ RITA PAVONE

300 × 300 – parolesetmuzik.over-blog.com

e ancora giovanissima raggiunge una popolarità nazionale ed internazionale. Canta in diverse manifestazioni già da ragazzina, ma dal festival di ARICCIA del 1962 inizia il suo grande successo. I suoi dischi vanno a ruba e le sue canzoni diventano i tormentoni di diverse stagioni, non solo in Italia: Il ballo del mattone ,Cuore, Alla mia età, La partita di pallone, e molte molte altre ancora.

Nel 1964 interpreta Giamburrasca in uno sceneggiato televisivo diretto da Lina Wertueller e la sigla della trasmissione , Viva la pappa col pomodoro conquista il mondo e viene incisa tradotta in molte lingue.

Grandissimo successo anche in USA dove Rita canta con i più famosi cantanti dell’epoca e nelle più prestigiore sedi come la Carnagie Hall di New York.

BUON COMPLEANNO RITA !

in onore di Rita sono riuscita ad inserire nell’articolo le DUE CANZONI !!! fare clic! ballo del mattone ,Cuore,

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *