23 aprile – Giornata del LIBRO e della ROSA #GiornataMondialeDelLibro

23 aprile è la GIORNATA MONDIALE DEL LIBRO, dichiarata dall’UNESCO  nel 1995 per promuovere in tutto il mondo la lettura, la pubblicazione dei libri e la protezione della proprietà intellettuale attraverso il copyright.

A partire dal 1996, viene organizzata ogni anno il 23 aprile con numerose manifestazioni in tutto il mondo e tantissime iniziative di ogni genere.

La storia della parola scritta è la storia dell’umanità.

Il potere dei libri per promuovere l’adempimento individuale e per creare il cambiamento sociale è ineguagliato. Intimi e ancora profondamente sociali, i libri offrono forme di dialogo estremamente ampie tra individui, all’interno delle comunità e nel tempo.

La giornata del libro deriva da una tradizione di origine medioevale vuole che in questo giorno ogni uomo regali una rosa alla sua donna; ricollegandosi a questa tradizione, i librai della Catalogna usano regalare una rosa per ogni libro venduto il 23 aprile.

Le librerie romane nella giornata del 23 Aprile aderiranno inoltre alla tradizione catalana di Sant Jordi, San Giorgio, che consiste nel regalare una rosa a tutte le donne che acquisteranno almeno un libro.

Anche se si stanno affermando sempre più gli e-book e altri intrattenimenti multimediali, niente può sostituire un buon libro cartaceo in mano e che soddisfazione vederlo anche in mano ai più giovani.
Come ho già scritto in un mio articoletto una bella rivista gratuita che periodicamente mi arriva gratuitamente e mi presenta le ultime novità librarie è Il Libraio e che si può leggere anche qui in internet, un bellissimo sito che vi aggiorna su tutto ciò che riguarda la lettura è gli eventi collegati.

 

 

*^*^*^*

23/4/303 viene martirizzato San Giorgio, cavaliere e martire vissuto in Cappadocia sul quale, in quasi due millenni, si 20130423-143656.jpgsono sviluppate molte leggende.
Una leggenda istriana Racconta che il santo avrebbe ucciso un drago nella città di Pirano dove a S. Giorgio è dedicato il duomo e un capitello con dipinto raffigurante l’impresa.
In Croazia San Giorgio è il santo patrono del comune di Đurđevac e del comune di Sveti Đurđ (San Giorgio). San Giorgio è stato il santo patrono della città croata di Sussak.
In Serbia San Giorgio è uno degli due santi patroni (il altro è San Sava). San Giorgio è anche patrono del Montenegro.
San Giorgio è inoltre il patrono dei Rom, degli scout, dei cavalieri, degli arcieri . Viene invocato in aiuto dai lebbrosi, dai malati di peste, conto le eruzioni vulcaniche, e molto molto altro …
Buon onomastico Giorgia e Giorgio!

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *