25 giugno … oggi anni fa – Giornata Mondiale del Marittimo – Israele National Day a #EXPO2015

25 giugno da alcuni anni è dedicato alla celebrazione della GIORNATA DEI MARITTIMI, dall’International Maritime Organization (Imo) per evidenziare l’importanza dei lavoratori marittimi per il commercio internazionale e l’economia mondiale, spesso a caro prezzo personale per se stessi e le loro famiglie. Una manifestazione di ringraziamento e  apprezzamento alla gente di mare proveniente da ogni parte del mondo per il suo fondamentale contributo.

Le Nazioni Unite invitano i governi, le organizzazioni di trasporto, aziende, armatori e tutte le altre parti interesse a promuovere e celebrare la Giornata in modo appropriato e significativo.
I marittimi sono non solo i marinai imbarcati sulle navi da trasporto, ma anche tutte le molteplici figure professionali che lavorano in mare. Sono lavoratori marittimi tutti coloro che compongono l’equipaggio delle navi munite di carte di bordo, i piloti che operano nei porti, i marittimi che fanno parte dell’equipaggio delle imbarcazioni da diporto; gli imbarcati su navi battenti bandiera estera; il personale volontario nel Cemm (Corpo equipaggi militari marittimi), i ferrovieri delle navi traghetto. Un esercito che solo in Italia conta più di 30.000 persone.
Il 90% delle merci viaggia via mare, quindi ogni volta che acquistiamo un oggetto, un alimento, un regalo, dobbiamo ricordare l’importanza che ha avuto il lavoro del marittimo e, come invita l’IMO rivolgere un ringraziamento.
.
25 giugno a #ExpoMilano2015 è il National Day di Israele. La cerimonia

Israele a #Expo

Israele a #Expo

ufficiale si terrà come sempre alle 11,30 presso l’Expo Centre con  Tzipi Hotovely, Vice Ministro degli Affari Esteri di Israele e Benedetto Della Vedova, Sottosegretario dello Stato italiano agli Affari Esteri.

 Gli incontri istituzionali sono volti ad evidenziare lo stretto rapporto di Italia e Israele, con prospettive e impegni comuni in numerosi settori, a partire dalla ricerca e sviluppo tecnologico per un Pianeta migliore e un futuro sostenibile,
Al Padiglione per tutto il giorno una grande festa, grazie a giocolieri, pagliacci, artisti di strada che animeranno eventi aperti al pubblico e si faranno notare dai visitatori di passaggio. La carica esplosiva di ottoni e percussioni dei Circle of Drummers and Horns invaderà il Decumano e la sera un dj set trasformerà il Decumano in un dance floor all’altezza dei migliori club di Tel Aviv.
 Non può mancare la visita al suggestivo Padiglione di Israele che si presenta come un campo verticale, una parete coltivata con grano, riso e mais grazie a un sistema di irrigazione a basso impatto ambientale tipico delle tecniche agricole israeliane più avanzate. L’idea – ispirata al tema di partecipazione Fields of tomorrow (i campi di domani)– vuole raggiungere con un allestimentanche i visitatori che non entreranno nel percorso espositivo. Il percorso espositivo presenta Israele come ‘granaio di conoscenza’, capace di fornire soluzioni agricole all’avanguardia, da condividere con tutto il mondo.
.
25 giugno 1991 la Slovenia dichiara l’indipendenza dalla Jugoslavia, un breve conflitto fra Serbia e Slovenia abortisce quasi sul nascere. Il 27 giugno

Slovenia

Slovenia

interviene l’esercito jugoslavo (Guerra dei dieci giorni) in Slovenia, ma l’8 luglio, a seguito dell’accordo di Brioni, si ritira. Con tale accordo lo Stato jugoslavo riconosce l’indipendenza della Slovenia che ottiene così la propria sovranità.

Nel 1992 la CEE, non senza esitazioni, riconosce l’indipendenza di Slovenia e Croazia. La Slovenia. Inizia così un riavvicinamento della nazione al contesto storico-politico dell’Europa Centrale, nel quale si era svolta gran parte della sua storia.
Dal 1′ maggio 2004 la Slovenia entra a far parte dell’Unione europea e della NATO, e nel 2007 adotta l’euro come propria moneta.
Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *