28 agosto 2016 – Un’ AMATRICIANA per tutti: Originale, Moderna, Vegetariana, Vegana

MATRICIANA O AMATRICIANA per tutti i gusti

 

La pasta alla MATRICIANA o meglio all’AMATRICIANA ha avuto nel tempo molte ‘interpretazioni’ diverse e fantasiose, con aggiunta di ingredienti diversi, ma la vera ricetta NON vuole nè CIPOLLAAGLIO, ma solo pochi e semplici ingredienti che la rendono una pietanza speciale.

Ricetta per l’ AMATRICIANA ORIGINALE

La vera ricetta dell’Amatriciana originaria, quella dei contadini e dei pastori, quando il pomodoro non era ancora arrivato sulle nostre tavole è questa è la trovate anche sul sito ufficiale di Amatrice:

Ingredienti per 6 persone

600 g di spaghetti, non bucatini

150 g di guanciale, se possibile quello di Amatrice

2 cucchiai di olio di oliva extravergine

una spruzzata di vino bianco secco

un piccolo peperoncino

150 g di pecorino vecchio grattugiato, meglio se  di Amatrice

sale.

Preparazione:

Prima si taglia il guanciale a listarelle lunghe e si rosola in una padella aggiungendo un pizzico di pepe nero e sfumando con il vino. cuocere a fuoco basso per alcuni minuti finché il guanciale non diventa leggermente dorato. Fate attenzione che non si bruciacchi troppo, è una fase importante per non alterare il sapore del piatto.

Cuocere gli spaghetti al dente. Scolarli velocemente ed unirli al guanciale.

Completare il piatto con abbondante pecorino grattugiato, meglio se di Amatrice,  meno salato e del gusto più delicato. A chi piace, aggiungere una ulteriore macinata di pepe.

….

 L’AMATRICIANA Moderna e più conosciuta

In tutto il mondo l’Amatriciana è ormai conosciuta ed apprezzata, ma non nella sua ricetta originale spiegata sopra, ma nella sua più moderna composizione che vede l’introduzione del pomodoro e che spesso sostituisce anche gli spaghetti con i BUCATINI.

Ingredienti (per 6 persone)

600 g di spaghetti o BUCATINI

150  g di guanciale, meglio se di Amatrice

2 cucchiai di olio di oliva extravergine

una spruzzata di vino bianco secco

8 pomodori San Marzano opure 500 g di pomodori pelati

un pezzetto di peperoncino

100 g di pecorino di Amatrice grattugiato sale

Preparazione:

In una padella si mette a rosolare a fuoco vivo il guanciale a striscioline e il peperoncino con l’’olio per pochi minuti. Sfumare con il vino e mettiere da parte. Attenzione a non bruciare il guanciale e a non seccarlo troppo, è un accorgimento importante per la riuscita del piatto.

Dopo aver sbollentato i pomodori freschi togliamo la buccia e spezzettiamoli in una padella con un po d’olio e cuociamoli. Se sono pomodori pelati basta schiacciarli nella padella e portarli a cottura.

Aggiungiamo il guanciale già preparato prima e mescoliamo.

Nel frattempo abbiamo cotto la pasta al dente e scolata velocemente, adesso la aggiungiamo al seghetto pronto.

Una buona spolverata di pecorino di Amatrice ed il piatto è pronto.

Non è difficile ed è sempre di grande successo, non richiede molto tempo e ingredienti speciali.

Se sostituiamo, come spesso accade, il guanciale con la pancetta e il pecorino di Amatrice con il pecorino Romana, alteriamo il sapore perché questi due ingredienti sono più salati è più saporiti di quelli originari previsti per la vera AMATEICIANA.

….

AMATRICIANA Vegetariana

Per i veget.ariani che desiderano gustare la Pasta all’AMATRICIANA VEDETARIANA, è sufficiente sostituire il guanciale di Amatrice, SEITAN l’impasto, altamente proteico, ricavato dal glutine del grano di tipo tenero o farro o khorasan.

Si mantiene il procedimento e le dosi delle due ricette sopra riportate e si ottiene l’Amatriciana Vegetariana, attenzione solo alla cottura rel SEITAN !

Al posto del SEITAN si può utilizzare il TOFU, che si ottiene dalla cagliatura del latte di soia e dalla sua pressatura in blocchi.

Per l’AMATRICIANA VEGANA, si può ad esempio utilizzare il TOFU affumicato e niente pecorino, il risultato è molto buono e può essere apprezzato anche da non vegani, una preparazione ottima per una cena tra amici.

Una AMATRICIANA per AmatriceLa campagna lanciata da SLOWFOOOD prevede l’adesione dei ristoranti con l’introduzione dell’Amateiciana nei menù e la donazione di 2 € per ogni piatto ordinato, per un anno.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *