9 novembre … oggi tanti anni fa

9 novembre 1989 cade il MURO di BERLINO. Il Muro era stato eretto in una sola notte, il 13 agosto del 1961, per ordine dell’Unione Sovietica di Nikita Kruscev: una barriera di filo spinato alta quattro metri, che seguiva i contorni del settore sovietico della città e divideva strade, quartieri, giardini, case e cimiteri.

Presto il reticolato lasciò il posto a chilometri di blocchi di calcestruzzo costellati da torri di avvistamento, 20131109-140306.jpgradar e centinaia di postazioni di mitragliatrici con le bocche puntate verso l’Ovest della città. I 25.000 VoPos, i soldati che presidiavano il confine sparavano al primo movimento di chiunque si avvicinasse per passare oltre,
Presto fu costruito un vero e proprio muro, lungo più di 155 chilometri. Il muro di Berlino, umiliante ostacolo alla libera circolazione degli uomini, delle merci, delle idee, diveniva così il simbolo della divisione del mondo in due blocchi . Dopo molti disordini, il 9 novembre 1989 il Governo della Germania Est annunciò che le visite in Germania e Berlino Ovest sarebbero state permesse. A questo annuncio una folla di cittadini di Berlino Est si arrampicò sul muro e lo superò, per raggiungere gli abitanti della Germania Ovest dall’altro lato in un’atmosfera festosa. Durante le settimane successive il muro venne demolito e piccole parti furono portate via dalla folla e dai cercatori di souvenir.
A ricordo di questo storico avvenimento con la Legge n. 61 del 2005 ill Parlamento italiano ha deciso che il 9 novembre sarebbe diventato “Giorno della Libertà”.
All’art. 1 “La repubblica italiana dichiara il 9 novembre Giorno della Libertà, quale ricorrenza dell’abbattimento del Muro di Berlino, evento simbolo per la liberazione di Paesi oppressi e auspicio di democrazia per le popolazioni tuttora soggette al totalitarismo”.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *