App false su Google Play.

Grande meraviglia sabato per chi cercava novità su GOOGLE PLAY.

Alcune tra le più note e scaricate APP per iPad e iPhone sono comparse nel Google Store ad esempio iWork, iMovie, Keynote.

Non pareva vero che si potesse scaricare anche su Android le stesse App molto apprezzate dagli utenti Apple. Un poco caro il prezzo, dai 5 ai 10 dollari, però una app tanto apprezzata e tanto nota vale la spesa.

Peccato che si tratti di un FALSO, un fake che Google ha subito ucciso, ma nel frattempo più di qualche androidiano ci è cascato e le ha acquistate pagando il corrispondente prezzo.

Google assicura che verranno presto rimborsati tutti, certo non è una bella pubblicità per il negozio Google.

Leggo l’articolo di Ilaria su Attualissimo 

Google Play Store ha provocato non poco sbigottimento ai suoi utenti quando ha visto che parecchie applicazioni di Apple erano disponibili. Parliamo di applicazioni note e interessanti come iMovie e Garage Band di iLife, iPhoto, Numbers, Pages e Keynote di iWork. Le applicazioni Apple comparse su Google Play Store poche ore fa sono provviste di loghi e descrizioni totalmente copiate, ma identici agli originali. Anche leggendo il nome dello sviluppatore, Apple Inc., e guardando i titoli e le loro icone sembrano proprio originali. E vengono anche vendute a caro prezzo. Chiaramente si tratta di falsi dato che Apple non concederebbe mai la propria suite di applicazioni alla piattaforma made in Google. Difatti è veramente poco probabile che Apple decida di supportare Android, piattaforma in piena concorrenza con Cupertino; ma qualora ciò potesse accadere, certamente la pubblicazione di applicazioni Apple su Google Play Store sarebbe preceduta da dichiarazioni ufficiali da parte delle due aziende. Informazioni ufficiali che, invece non ci sono state, il silenzio del web è completo anche se l’azienda di Cupertino è stata avvisata di tutto ciò, ma non è arrivato nessun comunicato ufficiale dalla società. Con queste premesse, quindi, è molto probabile che le applicazioni molto popolari apparse improvvisamente su Google Play Store, quali iMovie e Garage Band di iLife, iPhoto, Numbers, Pages e Keynote di iWork siano dei veri e propri fake che vengono spacciati come provenienti da Cupertino.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *