Da Strasburgo a Rouen, passando per Reims, Parigi, Giverny

20130624-064707.jpg

23 giugno 2013 partenza puntualissimi da Strasburgo alle 7.30. A mezzogiorno arriviamo a Reims per la visita della cattedrale metropolitana di Nostra Signora di Reims è uno dei più significativi esempi di arte gotica in Europa. In questa chiesa sono stati incoronati tutti i re di Francia, a partire dal 987, quando fu incoronato Ugo Capeto, che ha dato inizio della dinastia dei Capetingi, fino al 1825, quando venne incoronato Carlo X.

La prima chiesa venne edificata sui resti di una chiesa protocristiana che sorgeva sulle terme gallo-romane dell’antica Durocortorum. Nel 1210 fu completamente distrutta da un incendio che si sviluppò nel centro della città. Il 6 maggio 1211, l’arcivescovo Aubry de Humbert iniziò la costruzione dell’attuale cattedrale gotica. La costruzione fu condotta da quattro architetti Bernar e gran parte della costruzione fu completata nel 1275. Le torri furono poi portate a termine nel 1475. Fra le incoronazioni dei re francesi che in essa si svolsero, sono da ricordare:

1226 incoronazione di san Luigi IX, il pio.
1429 incoronazione di Carlo VII, avvenuta in presenza e dietro le pressioni di Giovanna d’Arco
1825 incoronazione di Carlo X, ultimo re di Francia
Durante la Rivoluzione francese fu trasformata in tempio della Dea Ragione e gran parte degli antichi arredi furono dispersi o distrutti.

Nel 1914, durante la Prima guerra mondiale, il fuoco d’artiglieria tedesco distrusse parti importanti della cattedrale: il tetto, la gran parte del soffitto a volte, statue, vetrate. Il restauro e la ricostruzione furono possibili anche grazie alle sovvenzioni della famiglia Rockefeller.

Pranzo in corriera, il miracolo di Maurizio! Insalata di pasta fredda, salame, formaggio con il buonissimo pane fatto in casa dalla signora Maria. Senza soste e senza fermate … verso le 4 del pomeriggio abbiamo visto avuto un graditissimo fuori programma: Parigi. Attraversata da est a ovest, abbiamo visto i punti più importanti della città con la guida di Vlado che ci ha illustrato brevemente quello che vedevamo, edifici, chiese, archi, piazze … Una bella rivisitazione di Parigi.

Ultima tappa la visita a Giverny nella casa-museo del giardino 20130624-064739.jpgdove ha vissuto MONET dal 1883 fino alla morte nel 1926. Sede della Fondazione Monet, ospita diverse opere del famoso impressionista, e vi sop sempre delle mostre tematiche. Sotto la pioggia abbia visitato velocemente il giardino a cui il pittore si dedicava, ingrandiva, piantava, e dipingeva, senza sosta. Le famosissime ninfee dello stagno, il ponte giapponese, oggetto di più di cinquanta tele, ma anche il pergolato, e le iris, e persino gli agapanti, Monet costruiva i suoi dipinti e il suo giardino con la medesima cura e attenzione.
Appena risaliti in corriera ha smesso di piovere ed è spuntato il sole, ovviamente!
A domani per Rouen ecc …

 

20130624-064810.jpg

 

ecco tutte le tappe del viaggio:

itinerario di viaggio 22-30 giugno

22/5/2013 fino a Strasburgo

23/3/2013 fino a Rouen

24/6/2013 fino a Caen

25/6/2013 fino a Mont S.MCHEL

26/6/2013 fino a Sain Brieuc

27/6/2013 fino a Quiberon

28/6/2013 fino a Tours

29/6/2013 fino a Macon

30/6/2013 RIENTRO A GORIZIA

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *