Cosa comprerò in Normandia? Calvados? Formaggi? Lino?

calvadosUn giro sui siti internet prima di partire per scoprire quali sono i prodotti tipici della Normandia, la zona che andiamo a visitare, è d’obbligo, anche perchè non avemo molto tempo da dedicare agli acquisti, meglio avere già qualche idea.

La Normandia è ricca di tradizioni gastronomiche e specialità alimentari, formaggi e mele in particolare son a la base di molti prodotti, uno in particolare molto rinomato e di moda agli inizi del secolo scorso, ma molto buono il Calvados.

Nell’omonimo dipartimento della Normandia si produce questo distillato di sidro di mela tipico  e unico nel suo genere. Non sapevo che fosse fatto con le mele!

Le mele mature vengono raccolte a mano da fine agosto a fine dicembre a seconda della qualità, vengono  spremute per produrre un sidro che fermentando diventa un sidro secco. Viene dunque distillato e diviene acquavite. Dopo almeno due anni di invecchiamento in barili di quercia, può essere venduto come Calvados. Più tempo invecchia, più diventa gradevole. Solitamente la maturazione dura diversi anni. Mezza bottiglia di Calvados invecchiato vent’anni può facilmente avere lo stesso prezzo di una bottiglia intera di Calvados di 10 anni.

Esiste anche il Calvados alle pere, dal gusto più delicato e fine, ha pò meno corpo, ma una grande rotondità e gusto fruttato.

Il Calvados è la base del tradizionale trou Normand, cioè “il buco normanno”. Questo è costituito da un sorso di Calvados preso tra le varie portate di un lungo pasto, a volte con un sorbetto di mela, che si pensa risvegli l’appetito. Il Calvados può essere servito come aperitivo, in cocktail … proveremo.

Tra i fromaggi il più famoso è sicuramente il Camambert, è statocamambert creato nel 1791 una contadina, Marie Harel, che ne avrebbe avuto la ricetta da un prete “refrattario”, sfuggito alla rivoluzione, ma già alla fine del ‘600 gli archivi nominano un formaggio locale che sarebbe il precursore del Camembert.  Nel 1890 viene adottata la scatola tonda di legno per imballarlo e spedirlo nel mondo. È un grande successo. Io preferisco i formaggi italiano, però, magari per regalarlo, bisogna proprio che ne porto a casa un po’.

Neufchâtel è il più antico dei formaggi normanni: la prima fabbricazione documentata risale addirittura all’anno 1035, proveremo…

linoPer non portare solo cibi, cerhcerò qualche cosa in lino. Ho letto che il lino migliore del mondo si coltiva in Alta Normandia, tra il dipartimento dell’Eure e quello della Seine-Maritime. Leggero, morbido, resistente, gli ecologisti lo preferiscono perché è naturale, i salutisti per le sue proprietà anallergiche, e i grandi stilisti perché prezioso per la purezza del filato e facile da lavorare grazie alla sua fibra lunga. Gli intenditori giudicano quello francese di Normandia il migliore al mondo.

Chissà se andremo nel piccolo spaccio aziendale Au fil du lin, frequentato dai parigini per i suoi tessuti da arredamento? Proprio questa eccellenza del tessuto francese, che non ha eguali e che non teme la concorrenza cinese, giustifica anche il prezzo che si è disposti a pagare… Vedremo se dobbiamo fare un mutuo rinunciamo 😉

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *