3 luglio … – Uganda a #EXPO2015
Uganda a Expo Milano 2015,

3 luglio … – Uganda a #EXPO2015

3 luglio 2015 si celebra oggi la Giornata Nazionale dell’UGANDA a #EXPO  con le cerimonie ufficiali, alzabandiera e discorsi seguiti dalle visite al Padiglione Uganda nel Cluster Caffè.

La festa dell’Uganda avrà inizio alle 11,15, con una performance del gruppo folcloristico ugandese Ndere Troupe, che ha raggiunto la notorietà anche fuori del Paese africano.

Diverse le occasioni di approfondimento e di incontro su temi relativi all’economia, al commercio ed alle opportunità di business offerte dall’Uganda, sia in termini di esportazioni, sia per gli investitori. Momenti importanti per conoscere le opportunità offerte dalla Perla d’Africa, come la definì Winston Churchill.
A #ExpoMilano2015, l’Uganda – secondo produttore d’Africa – espone nel Cluster del caffè con il tema “Rafforzare la sicurezza alimentare grazie al caffè”. IL Paese si trova a cavallo dell’Equatore e questo consente due raccolti l’anno ed il caffè non toglie spazio a colture alimentari come la banana. Le due piantagioni, infatti, sono coltivate contemporaneamente, garantendo così la sostenibilità economica e ambientale dell’export di caffè. Anzi, il caffè cresciuto all’ombra dei banani ha un valore più alto e una qualità migliore rispetto a quello esposto al sole diretto.
.

3 luglio, oggi secondo i meteorologi avremo il picco di caldo massimo della settimana con 38 gradi centigradi di temperatura percepita. Per questo motivo

Frutta gratis della Coldiretti a #EXPO
Frutta gratis della Coldiretti a #EXPO

giovani della Coldiretti, si sono mobilitati per proteggere oggi le categorie più esposte ai colpi di calore, ovvero anziani e bambini, che non vogliono rinunciare all’#EXPO2015.

Davanti al Padiglione Coldiretti No Farmers No Party, all’inizio del Cardo sud, ma anche all’incrocio tra il Decumano e il Cardo, saranno distribuiti gratuitamente dai giovani della Coldiretti a bambini e anziani centinaia di kg di frutta fresca di stagione Made in Italy. L’appuntamento è fissato nelle ore più calde della giornata di oggi, alle 11:00 della mattina e alle 16:00 del pomeriggio.

.

3 luglio 1844 – Gli ultimi due esemplari di Alca impenne vengono uccisi,

Alca Impennis
Alca Impennis

scompare così il Pinguinus impennis, un uccello incapace di volare della famiglia degli Alcidi, Era l’unica specie giunta fino all’epoca preistorica del genere Pinguinus Bonnaterre, un gruppo di uccelli che comprendeva originariamente anche un’altra specie di alca gigante incapace di volare stanziata nella regione dell’oceano Atlantico. Nidificava su isole rocciose e remote che offrivano un facile accesso all’oceano e una ricca disponibilità di cibo, cose piuttosto difficili da trovare in natura e che spinsero questo animale a riprodursi unicamente in poche località.

L’alca impenne aveva un ruolo importante presso molte tribù di nativi americani, sia come fonte di cibo che come creatura simbolica. Molti uomini appartenenti alla cosiddetta cultura arcaica marittima venivano seppelliti assieme ad ossa di alca impenne, e uno è stato addirittura trovato ricoperto da più di 200 becchi di alca, che si presume facessero parte di un mantello fatto con le loro spoglie.

I primi esploratori europei ne fecero largo uso, come cibo, come esca e per i piumini molto ricercati in Europa, che avevano portato al l’estinzione degli esemplari europei già nel XVI secolo.

LuxLucis

pensionata, con il pallino informatico, tecnologico, iPaddistico ...

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.