31 luglio … Notte della Luna Blu – la Donna Africana a #EXPO2015

31 luglio stanotte ci sarà nuovamente la luna piena, la seconda nel mese, e questo fenomeno che si verifica raramente, viene chiamato LUNA BLU. 

Il nome non ha niente a che vedere con l’aspetto della luna che è una solita luna piena non certo di colore blu, ma luna piena era già il 2 luglio e quindi questa è una BLU MOON.

Stasera la luna  non si tingerà di blu, anzi, al tramonto si potrà osservare la Luna come un’enorme disco rossastro, per lo stesso fenomeno per cui anche il Sole appare di questo colore all’alba e al calare: i raggi luminosi (emessi dalla nostra stella e che si riflettono sulla superficie lunare) devono percorre un tragitto più lungo dentro l’atmosfera terrestre quando i corpi celesti sono prossimi alla linea dell’orizzonte e le molecole di cui l’atmosfera è composta agiscono da filtro, diffondendo la luce blu e lasciando passare quella rossa.

Ma allora perché si chiama luna blu? La locuzione pare che arrivi dall’Inghilterra del ‘600 quando si usava per indicare qualcosa che accadeva raramente o quasi mai. Un po’ l’equivalente del nostro “ogni morte di papa”. Da allora, nel corso dei secoli, il significato è cambiato ed è stato associato a una doppia luna piena in un mese di calendario.

IL ciclo lunare dura 29 giorni e quindi non coincide esattamente con i 30 o 31 giorni del calendario, e può dunque succedere che capitino due lune piene nello stesso mese, tranne ovviamente in febbraio.

 

.

31 luglio a #EXPO2015 si celebra la GIORNATA DELLA DONNA AFRICANA per ricordare la storica conferenza tenuta di in Tanzania nel 1962 durante la

La giornata della Donna Africana a #EXPO

La giornata della Donna Africana a #EXPO

quale venne creata l’Organizzazione Panafricana delle Donne, il cui obiettivo primario era la difesa dei diritti delle donne in Africa e il dibattito sul loro ruolo nella società.

La giornata si svolge nel Padiglione dell’Angola e rappresenta un evento  importante perché è una occasione di confronto sulle conquiste femminili e sull’uguaglianza di genere in tutti i Paesi africani.Il Padiglione Angola, che ha messo al centro del suo messaggio la donna come depositaria della tradizione e forza propulsiva del futuro, rende omaggio a questa ricorrenza con diverse giornate di eventi che culminano oggi con gli eventi conclusivi. Gli eventi sono iniziati lunedì 27 luglio con spettacoli e conferenze, tra cui se ne segnala una sul tema “Donne e Sport”.Conferenze, mostre, spettacoli, molti gli appuntamenti di oggi. La giorna inizierà con la presentazione del libro “Alimentazione e nutrizione in Angola e terminerà con l’esibizione della celebre cantante Tasha Rodrigues.
.
31 luglio 1914 la Germania emana l’ultimatum a Francia e Russia zarista e che porterà nei giorni successivi all’esplosione delle ostilità fra i tre Paesi, imageesponendo definitivamente tutte le debolezze delle velleità del Kaiser Guglielmo II. Inattese furono le resistenze che sin dal mese di agosto riuscirono a muovere le truppe dell’Intesa, e a poco valsero le vittorie di Von Bulow in terreno belga, rese vane dall’inaspettata (per alcuni sconsiderata) offensiva della prima Armata di Von Klutz a sud della Marna, che aprì le porte alla riscossa franco-britannica vittoriosamente chiusa in settembre.
Francesco Giuseppe firma l’ordine di MOBILITAZIONE GENERALE e l’atto  pervenne al Ministero della Guerra alle 12:23 del 31 luglio 1914
Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *